Samsung S7

Samsung avrebbe confermato il lancio imminente di un programma, simile a quello lanciato da poco da Apple negli USA, che permetterà di acquistare l’ultimo smartphone top di gamma della società, e di sostituirlo l’anno successivo con il modello più nuovo. Di questo programma se ne parla già da qualche mese ma è ora pronto a partire in seguito l’evento #Unpacked2016 che al Mobile World Congress 2016 ha introdotto i nuovi Galaxy S7 e Galaxy S7 edge. Il programma, come riporta Sammobile, sarà lanciato inizialmente in Corea del Sud, UK e Singapore prima di espandersi in altri mercati. Il lancio è previsto dal giorno in cui i nuovi smartphone saranno ufficialmente in vendita, l’11 marzo.

Grazie al programma che è stato chiamato Samsung Concierge a Singapore il gigante sudcoreano dell’elettronica renderà possibile per gli utenti avere sempre l’ultimo modello disponibile di smartphone Galaxy. Apple permette di fare questo negli Stati Uniti da quando ha annunciato iPhone 6s e iPhone 6s Plus (qui i dettagli sui prezzi) lo scorso settembre.

Samsung avrebbe dovuto lanciare il suo programma di leasing di smartphone entro la fine di ottobre dello scorso anno, secondo quanto avevano riferito fonti di Forbes, mentre un nuovo rapporto di Sammobile di gennaio ha previsto che il programma sarà lanciato in occasione della disponibilità dei nuovi telefoni Galaxy S7.

Sammobile ipotizza che gli acquirenti saranno in grado di dividere il prezzo totale di vendita al dettaglio del dispositivo nel corso di 24 mesi, ma avranno la possibilità di cambiare il dispositivo dopo 12 mesi con un nuovo telefono cellulare, restituendo il vecchio modello se ancora in buone condizioni.

Nel corso dell’ultimo anno questi programmi di leasing per smartphone stanno diventando sempre più apprezzati dai consumatori negli Stati Uniti. In Italia, il primo operatore ad aver offerto qualcosa di simile è TIM (scopri qui), che permette di cambiare telefono ogni anno, seguito poi da 3 Italia (scopri qui).

Come segnalato da Cnet.com, T-Mobile è stato il primo vettore importante degli Stati Uniti ad abbandonare i contratti biennali più di due anni fa.

Le prime voci circa il presunto interesse di Samsung di avviare il ‘Samsung Galaxy Upgrade Program’ sono emerse meno di due settimane dopo che Apple ha presentato il proprio programma di aggiornamento dei dispositivi per i clienti che vogliono acquistare oggi un nuovo iPhone 6S e iPhone 6S Plus ma il nuovo modello quando uscirà, al fine di avere sempre il modello più recente, il tutto pagando un canone mensile.

L’alternativa tradizionale al contratto di leasing per non pagare un iPhone al completo al momento dell’acquisto è la sottoscrizione di un contratto biennale, vale a dire che l’utente si impegna a pagare il telefono per due anni ad un canone di mensile basso, e scaduto il termine lo smartphone rimane di proprietà. Il vantaggio del leasing è che si può avere sempre l’ultimo modello ogni anno. Viene da sè che lo svantaggio di un contratto biennale è che bisogna attendere la scadenza del contratto per passare ad un nuovo modello, e in questo modo si può avere il modello più recente ogni paio di anni perchè si ‘perde’ il nuovo modello che esce l’anno dopo la stipula del contratto (a meno che non si paghino le penali per chiudere in anticipo il contratto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*